Seven

Acquista online su:

iTunes

Jazzos

Birdland

Seven

(2007 - Indie / distr. Wondermark)


  1. Walking in Paris
  2. Inner points
  3. Mr.Gradus
  4. Romance
  5. Like a dream
  6. L’alba di Leuca
  7. Sophia

Sette composizioni per pianoforte svelano l’esordio discografico di Massimo Carrieri.
Articolate su un tessuto “classico”contemporaneo, rivelano linguaggi e ritmiche di diversa natura. Di stampo romantico/mitteleuropeo, Seven richiama mondi musicali eterogenei e sonorità ben distinte, dal jazz sino a suoni che rievocano melodie della nostra tradizione popolare, aprendo anche a “spazi” d’improvvisazione. Seven nasconde una storia suggestiva: è stato interamente registrato all'interno di un istituto di preghiera e meditazione tra le campagne nei pressi di Lecce.
«Per scelta. Un giorno ci passai davanti e mi affascinò l'architettura da castello medievale. Successivamente, a spartiti completati, mi ricordai di quel luogo insolito. Volevo evitare la freddezza di uno studio di registrazione e la routine dei tecnici. Ci sono rimasto cinque giorni, da solo: io, il pianoforte, e la strumentazione appositamente trasportata sin lì. Bastava premere un pulsante e suonare».
Seven risente delle atmosfere intime di quelle stanze, trae alimento da immagini evocative e da una forte influenza del movimento impressionista. Sette “quadri” distinti che non identificano un determinato genere creativo, bensì raccontano il percorso interiore e artistico dell’autore.


"Di tanto in tanto spuntano fuori dei dischi che stupiscono in virtù della loro grande capacità comunicativa: non solo per quello che dicono ma anche e soprattutto per ciò che sottintendono... Le composizioni di “Seven” più che un autocompiacimento estetico intendono descrivere delle situazioni, siano esse reali o immaginate, in cui la musica ci guida tenendoci per mano in una scarica ininterrotta di visioni acustiche da contemplare..." (Musicaround - O.C.) Leggi la recensione completa su musicaround.net Leggi l'intervista

 

“Massimo Carrieri ha trentatre anni e qualcosa da dire. E da dare. Con la musica. Con composizioni corpose. Di quelle che lasciano trasparire il lavoro che esiste alla base, nelle fondamenta. E' un autore giovane, ma sufficientemente navigato…” (La Musica intorno, M.Mazzacane) Leggi tutto

 

 

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni. Accetto i cookie da questo sito.